Blog

Vacanze in barca con bambini: consigli per la sicurezza di tutta la famiglia

Vacanza in barca a vela con la famiglia? Si può fare, anche con i bambini. Scopri consigli per viaggiare in sicurezza

La vacanza in barca a vela è il sogno di molti italiani, ma quando si ha una famiglia con bambini piccoli sono tante le domande e le perplessità che possono spingere a rimandare questo tipo di viaggio.

In realtà la barca a vela è la soluzione perfetta  per una vacanza in famiglia: l’importante è osservare alcuni piccoli accorgimenti che vi permetteranno di viaggiare in totale sicurezza e senza rinunciare al relax!

A che età portare i bambini in barca?

Questa è probabilmente la prima domanda che i genitori che desiderano trascorrere una vacanza in barca a vela con i propri figli si pongono:  qual è l’età giusta per portare i bambini in barca?

La risposta è che un’età giusta non c’è: certo è preferibile che i bambini abbiano un’età in cui sono in grado di camminare autonomamente o, al contrario, siano ancora neonati, questo per evitare le cadute tipiche del periodo in cui iniziano a gattonare e a camminare. Tuttavia, se ci si organizza bene, non ci sono limiti di età per portare i bambini in barca a vela: l’unico vero limite è la “paura” dei genitori!

Bambini in barca a vela: meglio con lo skipper

Se hai deciso di fare una vacanza in barca a vela con bambini, anche se sei un diportista esperto, è preferibile affidarti ai servizi di uno skipper: mettere la navigazione in mani esperte ti eviterà di preoccuparti di rotte, venti e in generale della gestione della barca,  lasciandoti più tempo libero da dedicare ai tuoi figli.

Inoltre uno skipper esperto conosce tutte le norme di sicurezza da mettere in atto quando  ci sono bambini a bordo: a seconda dei casi sceglierà la navigazione a motore, più sicura, o  la navigazione a vela,  più sportiva, saprà quando chiedere ai bambini di indossare il giubbotto di salvataggio e così via. 

Bambini in barca a vela: consigli per la loro sicurezza

La sicurezza in barca a vela è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: le barche a vela sono progettate per navigare inclinate su un fianco, quindi bisogna preparare i bambini a questa eventualità e spiegare loro come muoversi con attenzione. 

Per  scongiurare il rischio di una eventuale caduta a mare, è possibile attrezzare la barca a vela con una rete lungo le draglie che svolge la funzione di un parapetto ed  è molto utile non solo in presenza di bambini ma anche di animali domestici.

È bene sapere inoltre che la zona più protetta dell’imbarcazione è il pozzetto, cioè la parte aperta con i sedili e a un tavolino centrale: meglio convincere i bambini a restare in quella zona in caso di navigazione difficile. 

Cosa portare per la vacanza in barca a vela con bambini?

La regola del minimalismo in barca vale sia per i bambini che per gli adulti: assicurati di portare con te soltanto le cose indispensabili, se possibile in versione tascabile o compatta. Per quanto riguarda i giocattoli, non esagerare:  paletta, secchiello, gonfiabili e altri accessori da spiaggia saranno sufficienti a far divertire i bambini quando si sbarca, mentre durante la permanenza bordo sarà la barca stessa ad offrire mille spunti per giochi di avventura. 

Ricordati anche di procurarti delle scarpe comode e antiscivolo per i tuoi bambini: in questo modo saranno liberi di esplorare la barca a loro piacimento e senza rischi. 

Porta anche i tuoi bambini in barca a vela: il Blue Dolphin ti aspetta per offrirti i suoi servizi di ormeggio e rimessaggio. 

4 Agosto 2020
Circa editore